Blog

Ristrutturazioni case a Roma con pagamenti rateizzati. Scopri come fare…

Rateizzazione per la ristrutturazione

La ristrutturazione della casa, per sé o per i propri figli, può essere un’esigenza o un sogno; in ogni caso è di sicuro un esborso rilevante. Spesso, però, il rapporto tra le entrate e le uscite mensili non permette di pagare in un’unica volta i costi necessari, costringendo a rimandare. I lavori da fare sono numerosi, e i prezzi lievitano in proporzione. Esistono però due grandi soluzioni grazie alle quali si può realizzare questo piccolo desiderio, pagando i costi di ristrutturazione a rate: si tratta del prestito personale e del più specifico prestito domestico.

Più dell’ecobonus al 110%?

“Non è la percentuale del credito fiscale in sé, che rende da sola l’appetibilità e l’efficacia dello strumento, quanto la sua concreta fruibilità e accessibilità. Ancora una volta purtroppo la burocrazia ha recita un ruolo preponderante ed incidente. Il Decreto Rilancio ha fissato la cornice di massima, demandando poi tutto ai decreti attuativi. La guida esplicativa da parte dell’Agenzia delle Entrate, non a caso è stata diffusa appena qualche settimana fa, quando il quadro delle incertezze procedurali s’è chiarito. Almeno in buona parte”.

Si poteva fare di più quindi nella direzione della semplificazione?

“Non solo: quando parlo di fruibilità ed accessibilità dello strumento, mi riferisco anche alla determinazione delle concrete condizioni di accesso. Per dirla semplice: la strozzatura, in questo come in tanti altri strumenti agevolativi, sta nell’accesso al credito. Incentivare fiscalmente interventi di notevole portata, rischia di rimanere una bella dichiarazione d’intenti se non si promuovono anche strumenti atti ad agevolarne l’accesso da parte di chi – ed in questo momento è la parte predominante del paese – non dispone della liquidità necessaria”.

Ricordiamo che il bonus ristrutturazioni consiste in una detrazione Irpef del 50% con un limite massimo di spesa pari a 96.000 euro per ciascuna unità immobiliare, valida per le spese di recupero del patrimonio edilizio – manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia – fino al 31 dicembre 2020.

Open chat
1
Salve cosa possiamo fare per Lei ?